2011

Il tempo scorre sempre alla medesima velocità
È la nostra percezione a innescare accelerazioni e decelerazioni, a trovare discontinuità là dove esiste solo il regolare sostituirsi di un secondo a un altro
E i bambini saranno sempre lì ad annoiarsi in quei pomeriggi che non sembrano finire mai, e i vecchi poco distanti a lamentarsi di un tempo che scivola lontano, senza lasciare ricordo.
Basta un numero, il variare della cifra in una data, e noi avvertiamo un salto, uno stacco, un vuoto colmato.
Basta una piccola unità che si somma, e di nuovo vediamo le infinite potenzialità del destino ramificarsi dinanzi ai nostri occhi. E in quelle forme annodiamo speranze e paure, dubbi e possibilità, a volte cercando un nuovo inizio, a volte confidando che nulla cambi. Nella costante impossibilità di godersi ciò che, appena cessato di essere futuro, è già passato.
Ma il senso è tutto in quel sottile diaframma, in quell’istante che stiamo vivendo, in quel confine tra attesa e mancanza.
E allora un buon anno è fatto di trecentosessantacinque giorni che valgano la pena di essere vissuti dal primo all’ultimo secondo.
È quello che auguro a tutti voi che leggete.

Annunci

Informazioni su astrogatore


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: