Memorie dell’Apocalisse /1

Presagi.

Era ormai l’alba. I sensi pur offuscati dalla stanchezza non mentivano. Non dormiva da quattro giorni.
Muoveva le membra a fatica, in un’aria fredda, sempre più fredda. Presto il ghiaccio sarebbe arrivato anche lì, se ne poteva sentire l’odore tagliente.
Decise di tornare alla dimora. Gli altri presto si sarebbero nutriti e avrebbero condiviso tra loro sensi e pensieri.
Doveva riunirsi alla collettività. Sentiva il loro richiamo come un ronzio ritmato, pulsante, che si insinuava tra le note gravi del vento.

***

Il dottor Peers consulta i grafici sul suo monitor, e mano a mano che i dati si aggiornano il volto s’irrigidisce progressivamente.
Basta. Gira la sedia verso la finestra. Vuole cercare conforto nella vista del lago. Il paesaggio della Svizzera ha una dolcezza discreta, come i suoi abitanti. È una buona cosa che la sede dell’OMS si trovi qui a Ginevra, ci vorrà tutta la calma del mondo per affrontare quello che ci attende, pensa.
Il prione responsabile è stato isolato solo tre mesi prima: Fatal Interspecies Metabolic Syndrome, o più semplicemente FIMS. Appena ieri duecentottantatre nuovi casi nell’uomo, nella sola Europa.
Mortalità: 100%.
I giornali hanno ribattezzato il prione Azrael, l’angelo della morte.
Appropriato, crede.

Annunci

Informazioni su astrogatore


One response to “Memorie dell’Apocalisse /1

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: