Onde.

Venne la prima onda

E portava visi di persone perdute e un suono lontano come di feste passate,

Ma non avevo tempo per questo.

E venne un’altra onda

Intrisa di fumo e fuoco e dolore come di pelle bruciata che si spacca al sole,

Ma non volevo fermarmi a vedere.

E venne l’ultima onda

Aveva il colore del sangue giovane e un profumo come di viole raccolte in montagna,

Tremai mentre le raccoglievo

Con le mani nude.

Annunci

Informazioni su astrogatore


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: