Nell’evidenza della notte che incombe.

Io so che la verità è un nascondiglio.
L’ultima linea di fronte contro la realtà.
Celata appena dietro l’orizzonte dei sentimenti.
Dove so farmi scudo della mia attesa.
Come l’ultimo vivo di un grumo di uomini.
Con un pugno di colpi e un picco da difendere.
E la certezza della fine a farmi compagnia.
Appena oltre il limite della paura.
Quando è grato anche il freddo pungente sulle guance.
Come ogni altro indizio di vita.
Appuntisco il mio sguardo sulle forme sottostanti.
Saltando spesso di movimento in movimento.
Con l’unica attenzione al dettaglio.
Mi scopro a setacciare la natura in cerca d’intenzione.
Nell’evidenza della notte che incombe.
Di cespuglio in cespuglio.
Di roccia in rocca.
Scruto un’attesa nemica di occhi arrossati.
E il silenzio inizia a parlarmi con piccoli gesti.
Una mano in lotta coi crampi.
Un sospiro regalato al diaframma.
Silenzio.
Uno sparo.
Un sibilo cade a un metro.
Silenzio.
Non ancora.
Altro sparo.
Non è solo.
Altro sibilo.
Più vicino.
Ma l’ho visto.
Silenzio.
Irrigidisco la mira ispirando tutto il mio coraggio.
Mentre l’aria scioglie un’altra primavera.

Annunci

Informazioni su astrogatore


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: