Archivi del mese: ottobre 2012

Non Credo.

Non credo alla borsa altalenante, al padrone buono, al pentimento del mafioso.
Non credo alla famiglia del mulino bianco, al sorriso dell’imbonitore, ai tecnici di governo.
Non credo alla pubblicità progresso, al mito di steve jobs, alla superiorità ariana.
Non credo ai dischi volanti, alle diete vegane, al successo senza conseguenze.
Non credo alla birra analcolica, agli alternativi da salotto, all’arte concettuale.
Non credo agli yes men, al rito dell’aperitivo, alle teorie del signoraggio.
Non credo ai suv parcheggiati bene, alle scie chimiche, ai sempiterni bastian contrari.
Non credo alle magnifiche sorti e progressive, alla decrescita felice, al male necessario.
Non credo al valore dell’infibulazione, ai cibi kosher, ai conventi di clausura.
Non credo all’ineluttabilità del mercato, al peccato originale, agli imperativi categorici.
Non credo alla democrazia esportabile, alla pena capitale, al fine che giustifica sempre.
Non credo all’omeopatia, all’oroscopo, alla new age.
Non credo alle utopie, alle litanie, alle filosofie.
Non credo in nessun dio, in nessun partito, in nessun uomo.
Io non credo.
Penso.